Rapporto Ottimale – 1a parte

Questa è la prima parte di uno studio più ampio sui rapporti ottimali.

Il rapporto ottimale possiamo definirlo come il cardine di tutti i problemi (o di tutte le soluzioni) fin qui prospettate.

E’ il principale artefice dei problemi sulle carenze in quanto definisce il “numero di medici di assistenza primarie per abitanti”.

Nell’ACN il rapporto ottimale è di 1 a 1000 abitanti con una variabilità del 30%, vale a dire fino a 1:1300.

ATTENZIONE: non è il MASSIMALE iscrivibile (1500 pazienti), ma il NUMERO di medici di famiglia per abitanti.

In altri paesi europei questo rapporto ottimale è ben lontano dal nostro (addirittura 1:2600), e cosa può succedere se tutte le regioni mettessero il rapporto ottimale al massimo delle loro possibilità da ACN vigente, ovvero a 1300?

Buona lettura.

Carenze MMG e rapporto ottimale